E se finisce il filo?

Quando mossi i primi passi nel mondo del tissage uno dei miei problemi più grandi è stato: “E se il filo finisce come lo aggiungo?”

Ci sono diversi modi per farlo e ognuno va bene, cioè ognuno trova quel metodo che gli sembra più semplice e meno invasivo.

Io agli inizi annodavo i due fili però il problema di questa tecnica è che ci si ritrova con un nodo nel lavoro che intralcia il passaggio di ago e filo, se sfortunatamente finisce dentro a una perla poi è un disastro, oppure vediamo un antiestetico nodino tra un archetto e l’altro costringendoci a questo punto a fare il lavoro con il dritto e rovescio come nei centri di stoffa. Per non parlare di quando questi nodini si sciolgono e ci ritroviamo con buchi da tappare, l’alternativa perchè questi nodini non si sciolgano è di mettere una goccia si smalto o colla diretamente sul nodo.

Centrino dopo centrino ho provato un’altra tecnica per aggiungere filo, quando vedo che sto per finire il filo faccio qualche giro a vuoto negli archetti dei giri precedenti così non mi disturba il lavoro e alla fine faccio un nodino che nascondo all’interno di una perlina, in questo modo anche se il nodino dovesse un giorno sciogliersi il lavoro non si romperebbe. Per aggiungere il nuovo pezzo di filo faccio la stessa cosa: riprendo il lavoro ripassando per qualche archetto così anche se tiro il filo questo non esce disfandomi il lavoro.

Voi che tecnica usate?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...