Come lavori?

Quante di noi passano ore e ore a perlinare e a creare senza accorgersi di avere una posizione scorretta alzi la mano o anche tutte due.

iStock_000015646115XSmallLo ammetto anch’io a volte mi dimentico che la mia povera schiena ha il diritto di riposare, ma per creare in tranquillità, armonia e pace cosa dobbiamo fare?

Lo ammetto ad oggi la mia postazione è grande un metro per un metro su cui si affollano: computer, tastiera, modem, porta penne, scatola di dvd, lampada, scatola di oggetti vari per perlinare, scotch, pupazzi vari, sacchetto con gomitoli di cotone, uncinetti, telefonino e molte altre cose, ora voi mi chiederete: “Ma ti è rimasto spazio per lavorare?” Certo, tra la tastiera e il bordo del tavolo ci sono circa 15 centimetri cuadrati che sfrutto nella loro interezza.

Lo so non è il modo corretto per lavorare, però la mia è una postazione di fortuna in attesa della  nuova stanza con una bella scrivania grande e tante mensole su cui appoggiare le cose in maniera ordinata.

Io direi che per lavorare bene bisogna partire da una postazione ordinata e abbastanza grande da poterci muovere agevolmente, sistemeremo tutto il nostro materiale in appositi contenitori da cui potremmo attingere velocemente mantenendo tutto bello in ordine, quindi sbizzarriamoci a creare contenitori su misura per le nostre esigenze, guardate questa scraper americana come ha sistemato la sua postazione, io la trovo semplicemente fantastica.

Cardmaking-Studio-Crafting-Room-Stampin-Up-Workspace-AnExtraordinaryDay.net_

E di questo armadio che mi dite?

20140127-233031

Idee diverse ma diversamente interessanti!

Ora che la nostra postazione è bella in ordine come quelle delle foto passiamo a noi, abbiamo una sedia comoda? Ci sediamo in maniera corretta? Ma soprattutto facciamo qualche pausa per riposare muscoli e occhi?

Nella mia nuova stanza avrò una bella sedia comoda ma per ora no, uso una sedia del salotto imbottita e con le molle, una tortura per la mia schiena e la mia postura però di tanto in tanto mi alzo ed esco a fare due passi in giardino, oppure guardo il livello dell’acqua che sale in giardino visto che non la smette di piovere.

Ma qual’è la posizione corretta mentre si crea? E’ la stessa di quando si sta al computer: le gambe non devono penzolare o stare piegate sotto la sedie ma devono fare un angolo da 90°, mentre la schiena deve essere dritta e appoggiata allo schienale, può essere anche comodo mettere un cuscino se stiamo un po’ scomodi e non abbiamo quelle sedie da ufficio regolabili, basta non stare piegati sul tavolo.

postu2Conseguenza di una postura sbagliata sono: frequenti mal di schiena, tendini delle spalle infiammati e vi assicuro che sono fastidiosissimi, cervicale e molti altri fastidi.

Delle pause non portano benefici solo alla schiena e alla postura ma anche alle nostre mani e i nostri polsi che fino a quel momento hanno lavorato.

Tra le tante cose che ci possono aiutare a lavorare meglio e senza fatica ci sono le lampade da tavolo che illuminano la postazione senza che noi sforziamo ulteriormente la vista, se si lavora con le perline poi sarebbe meraviglioso avere quelle lenti d’ingrandimento con la luce, tipo quelle delle estetiste… va bé io per ora mi accontento della mia lampada da tavolo con la regolazione d’intensità, è già tanto questa.

Ho dimenticato qualcosa? Spero di no 🙂

Vi lascio questi miei consigli sperando di essere stata d’aiuto o d’ispirazione per qualche cambiamento.

Un beso grande.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...