Peyote dispari, questo sconosciuto.

Eccomi a voi con un nuovissimo tutorial fotografico, oggi vi mostro come si fa il peyote dispari, io l’ho incontrato per la prima volta quando l’anno scorso realizzai il Rosario di Renata di cui potete trovare lo schema qui, purtroppo non ho fatto la foto di quel rosario e me ne dispiaccio parecchio ma prima o poi lo rifarò anche  per me.

Ma adesso vediamo come si realizza questo peyote dispari, occorrente:

  • Perline miyuki.
  • Filo di nylon tipo firline, nymo ecc (io ho quello miyuki).
  • Ago.
  • Schema.

Infilate sul filo un numero dispari di perline, io nella foto ne ho infilate 7.

P1030878Infilate un’altra perla e infilate l’ago nella terza perlina contando dall’ultima, cioè partite a contare dalla parte dell’ago poi proseguite come se fosse un peyote pari ovvero continuerete a infilare le perline in modo alternato per ottenere quella tipica lavorazione a mattoncino che abbiamo già visto qui.

P1030879Mi sono accorta solo ora che nella foto c’è un errore, io ho effettivamente preso la terza perlina senza ricordarmi di quella che avevo nell’ago e ho sbagliato, infatti se continuate come nella foto vi troverete all’inizio del giro una perla in più, quindi tenendo conto della foto in alto, il mio ago avrebbe dovuto infilarsi nella perla precedente e non in quella in cui si trova. Chiedo umilmente perdono per questo mio madornale errore, spero che la correzione sia chiara.

Continuiamo, siete giunte alla fine della riga e ora la musica cambia perchè stiamo appunto facendo un peyote dispari, prendete una perlina e passate nelle ultime tre perline per poi tornare in dietro e uscire nella penultima perlina, da qui riprendete a lavorare normalmente.

P1030880P1030881

Lavorando da sinistra verso destra non avrete problemi perchè il numero di perline è tale da consentirvi una lavorazione come il peyote pari ma quando tornate indietro, cioè lavorate da destra verso sinistra, avrete due perline alla fine quindi ripeterete il passaggio descritto sopra per aggiungere una perlina.

Lavorando giro dopo giro vi troverete ancora con la solita lavorazione a mattoncino come il peyote pari.

P1030883Questo tipo di tecnica è utile nelle lavorazioni che prevedono l’inserimento di Swarovski in alcuni punti della lavorazione oppure per lasciare dei buchi per poi attaccare i ganci, a me era successo col rosario che ad un certo punto lo schema prevedesse dei salti dove poi avrei messo il gancio porta chiavi, nulla toglie che voi decidiate di fare un bracciale normale a peyote dispari, sta tutto nel sapere cosa volete ottenere.

Spero che questo tutorial sia chiaro ma soprattutto utile, per qualsiasi domanda, dubbio o chiarimento non esitate a scrivermi 🙂

A presto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...