Perle 2

Oggi invece torno a parlarvi delle perle naturali, in particolare delle perle keshi, delle mabe e delle akoya, pronte per questo viaggio alla scoperta delle perle? Partiamo!

Perle Keshi:
Le perle Keshi sono il sotto prodotto delle perle nucleate, l’ostrica espelle il nucleo prima di ricoprirlo di madreperla ma quest’ultima viene prodotta ugualmente così si forma una perla dalla forma irregolare priva di nucleo, oppure a causa della rottura del mantello dov’e stato inserito il nucleo si formano delle sacche di madreperla.
Essendo queste perle interamente composte da madreperla hanno molta lucentezza e spesso sono anche più preziose delle perle di cultura nucleate, nonostante tutto sono rare e considerate un sotto prodotto delle perle perché vengono prodotte solo in cultura mentre in natura non esistono.
Curiosità: Keshi in giapponese significa “semi di papavero” perché queste perle ricordano appunto i semi dei papaveri.

fp25667-perle-dacqua-dolce-keshi-foro-laterale-bianche-8-9mm-circa-20pz
Perle Mabe:
Le perle Mabe sono prodotti di coltivazione, invece di un nucleo sferico inserito nel tessuto molle, si inserisce un nucleo semisferico tra la conchiglia e il mollusco che viene ricoperto da madreperla. Queste perle possono essere anche di forme diverse (cuore, goccia, ovale, ecc), sviluppandosi sulla conchiglia assumono la forma di bolle da cui blister perles, in seguito vengono lavorate: viene tolto il nucleo, poi la perla viene trattata con resina e madreperla ed in fine lisciata, a questo punto si chiama perla Mabe.
Nonostante queste perle abbiano buone caratteristiche hanno un prezzo inferiore alle normali perle tonde.

mabe
Perle Akoya:
Le perle Akoya sono le più belle e le più commercializzate in gioielleria.
L’ostrica che le produce è tra le più piccole quindi anche la dimensione delle perle non supera i 10 mm di diametro, la maggior produzione si concentra in Cina e Giappone ma ci sono coltivazione di perle Akoya anche in Australia, Vietnam e Korea del Sud.
Essendo la Cina la maggior produttrice di perle Akoya il Giappone si è specializzato nelle perle Akoya di dimensioni superiori ai 7 mm mentre per i diametri inferiori le importa dalla Cina.
Esiste poi il certificato Hanadama rilasciato dal Laboratorio delle Scienze della Perla di Tokyo, per ottenere questo certificato le perle devono avere uno spessore di madreperla non inferiore ai 0,4 mm e il 95% della superficie priva di difetti, il rimanente 5%, la perla è un prodotto naturale e in quanto tale non assolutamente perfetto. Il certificato numerato garantisce la qualità della perla e ne giustifica anche il costo più elevato rispetto alle altre perle.

perle_akoya_00

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...